Una giornata sul fiume

Una giornata sul fiume e si ricomincia!

Una giornata sul fiume: un’altra settimana sta volgendo al termine, la stanchezza inizia a farsi sentire e finalmente è il momento di iniziare a rilassarci.

Il lavoro, gli impegni, le scadenze, le ansie, la fretta hanno anche oggi riempito la nostra giornata. Purtroppo è così! Come dei piccoli guerrieri, ogni giorno ci immergiamo nelle nostre vite, affrontando sempre mille preoccupazioni. C’est la vie ci dicono… mah, sarà! Per chi ama la pesca e vive il suo mondo talvolta sembra di stare in mezzo al caos, sembra di vivere in un luogo in cui le cose veramente importanti vengono messe da parte…

Per fortuna, però, c’è la pesca! Uno sport capace di riportarci alle cose semplici: una canna, quattro esche, un fiume è tutto quello che ci serve per disintossicarsi dal tran tran della vita quotidiana e ogni volta riscopriamo come per magia che per esser sereni basta veramente poco!

Una giornata sul fiume: finalmente relax

Inizia così una nuova giornata di pesca, immersi in questi pensieri che vengono rapidamente spazzati via dal fruscio rilassante del fiume che col suo scorrere verso il mare ti rimette a nuovo, donandoti quella energia per affrontare una nuova settimana.

Una mattinata fredda, in cui la brina ha ricoperto completamente i campi ed il silenzio dell’inverno viene interrotto solamente dal rumore dell’acqua e dal cinguettio di qualche passerotto intento a cercare un po’ di briciole per fare colazione. Una pescata senza pretese. Portiamo la nostra bolognese da 5 metri, un’amica con cui abbiamo condiviso molte emozioni e sconfitte, ma si sa anche queste fanno parte del gioco.

Una giornata sul fiume: usiamo lo stick float

Viste le premesse, scegliamo uno spot con acqua bassa e corrente veloce per provare a cercare di catturare qualche bel cavedano che pinneggia indisturbato. Decidiamo di utilizzare lo stick float, fiondando i nostri bigatti con l’intento di invogliare all’abboccata i nostri avversari. Amiamo questa pesca fatta di semplicità in cui non è richiesta una grande attrezzatura, ma solo un po’ di tecnica e precisione. La scelta di questo particolare galleggiante è dettata dalle caratteristiche dello spot: correnti veloci e fondali bassi si prestano benissimo per questa pesca.

Una giornata sul fiume: ecco un bel cavedano

Convinti della nostra scelta, montiamo la lenza e iniziamo a pescare. Le passate si susseguono e l’attenzione viene catturata da un bellissimo airone cenerino che plana dolcemente sulla sponda opposta e si mette sull’attenti… mentre ammiriamo il maestoso esemplare, lo stick affonda. Ferriamo prontamente, seppur con un pizzico di ritardo, e il pesce ha la meglio. La prima abboccata è sempre un bel segnale. La presenza del pesce è assicurata, ma soprattutto, reagisce alla pastura. L’adrenalina inizia a farsi sentire. Non passa molto tempo per avere il primo pesce in canna. Tira forte e guadagna un buon 10 metri. A questo punto, abbassiamo la bolognese, cercando di ridurre la distanza. Dopo la prima sfuriata, il nostro avversario si calma. E’ un bel cavedano. Guadiniamo, foto di rito e rilasciamo subito libero il bel ciprinide.

Una giornata sul fiume: specie catturate

La giornata prosegue bene, oggi il fiume è molto magnanimo e ci concede diverse battaglie: pighi e cavedani non si risparmiano e le abboccate si susseguono a buon ritmo. Giungono le 16, il sole inizia a calare e abbiamo già guadinato una buona dozzina di esemplari. Decidiamo di finire gli ultimi bigatti, facendo ancora qualche passata prima di tornare a casa. Lo stick procede inesorabilmente verso valle e come sempre all’improvviso affonda, ferriamo e inizia la battaglia.

Una giornata sul fiume: una bella fario

Stavolta non tira come gli altri! Sembra qualcosa di diverso. All’improvviso balza fuori dall’acqua una, due, tre volte, è una trota… increduli cerchiamo di non perderla, l’adrenalina aumenta e l’inverno diventa estate. Pochi attimi che sembrano eterni! Alla fine la fario decide di arrendersi e riusciamo a guadinarla. Una bella sorpresa che chiude una splendida giornata di pesca!

Anche quest’oggi non ci resta che ringraziare il fiume per averci regalato splendide emozioni, facendoci nuovamente capire quanto siano importanti le cose semplici della vita.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.