PESCARE IN INVERNO: HOTSPOTS

PESCARE IN INVERNO CON IL FREDDO, LA BRINA E BABBO NATALE: MISSION IMPOSSIBILE… OPPURE NO?

pescare in invernoPescare in inverno è sempre un azzardo, ma ne vale la pena? Gli ultimi giorni dell’anno sono arrivati e con loro anche i mesi più freddi… ci aspettano sessioni di pesca difficili, ma vediamo insieme come affrontare questo periodo senza rinunciare alla nostra passione!

Ammettiamolo, alle volte quando ci prepariamo per una sessione di pesca invernale con una massima giornaliera di 5° gradi… ci chiediamo: “ma chi ce lo fa fare??!!”. Poi, però, quando il galleggiante affonda e ti abbocca un vero big, capisci il senso e ti ricordi il motivo per cui ogni anno sfidi l’inverno.

DOVE PESCARE IN INVERNO?

Questa è una di quelle domande che ogni pescatore si pone almeno una volta nella vita! Noi ce la siamo posta una miriade di volte… nella nostra esperienza possiamo dirvi che i piccoli fiumi e corsi d’acqua sono sicuramente i posti migliori dove passare qualche ora di pesca e togliersi qualche soddisfazione! La nostra regione è ricca di canali, canaletti, piccoli corsi d’acqua che non ci possiamo lasciar sfuggire in questa stagione!

Ma perché i piccoli corsi d’acqua sono i posti migliori?

Prima di tutto per la portata dell’acqua. In questi luoghi è quasi sempre costante. Nel caso si verificassero delle piene, questi affluenti riescono a smaltire in pochissimo tempo l’eccesso di acqua ristabilendo le condizioni di portata normali.

In secondo luogo, la temperatura dell’acqua che è sicuramente più alta rispetto ad un grande fiume. Solitamente questi corsi d’acqua sono situati in prossimità dei centri abitati: le più alte temperature delle città si trasmettono anche sull’acqua e vi assicuriamo che in certi casi un grado in più fa veramente la differenza!

I POSTI MIGLIORI DOVE PESCARE IN INVERNO

Individuati i fiumi o piccoli corsi d’acqua dove gettare la nostra lenza non ci resta da capire in quale spot praticare la nostra passione! Già! Infatti, se vogliamo catturare qualche pesce dobbiamo anche capire dove staziona! Converrete con noi: lanciare una lenza in un luogo in cui il pesce non staziona, porterà sicuramente zero abboccate.

Vediamo insieme quali sono gli “hotSpots” da battere in questa stagione:
  • pescare in invernoSotto le cascate: buche profonde, rigiri d’acqua sono di casa in questi spot! Abbiamo sempre avuto successo in questi ambienti! Da non sottovalutare anche la parte finale della cascata, dove il fondo si alza, la profondità diminuisce e qualche esemplare attende sempre, nei giorni più soleggiati, qualche piccola esca trasportata dalla corrente!
  • Spot assolati con acque basse e lente: queste zone durante l’estate batte un sole costante e non sono sempre essere produttive. Con la stagione fredda, possono trasformarsi in vere e proprie concentrazioni di pesce. L’acqua bassa si riscalda prima e i pinnuti non disdegnano un bel bagno di sole!
  • Sotto e dietro i ponti: questi spot valgono tutto l’anno e l’inverno non fa eccezione! Nei centri abitati queste zone sono quasi sempre le migliori. Questi spot offrono riparo, cibo e minor corrente ai nostri pinnuti che li considerano degli Hotel a 4 stelle dove passare l’inverno!
  • Le chiuse o sbarramenti artificiali: in inverno le portate di fiumi sono sempre minori rispetto alle mezze stagioni, pertanto alcuni sbarramenti possono essere chiusi offrendo buche profonde con correnti calme: ottimi spot dove gettare la lenza.
  • Nei rigiri: nelle zone in cui si crea un rigiro d’acqua è come un ristorante di successo per i nostri avversari. In questi spot si crea un convogliatore naturale di cibo, con buche profonde e poca corrente! Posto ottimale per puntare ad un big!
  • Prismate o alberi sommersi: questi ambienti offrono sempre ripari e tane ai nostri pinnuti e potrebbero rivelarsi posti ottimali per calare la nostra lenza.
Cosa hanno in comune tutti questi spot?

pescare in invernoTutti questi spot hanno in comune la corrente. Infatti, una riduzione della corrente rende più frequente la presenza del pesce. In questi luoghi il pesce staziona volentieri, perché non deve far fatica, riduce il consumo di energie che gli servono per superare il periodo più freddo dell’anno. Offrono riparo dai predatori, perché creano buche profonde e nascondigli che gli permettono di sopravvivere. Portano cibo, perché i rigiri d’acqua depositano sul fondo tutto ciò che viene trasportato dalla corrente.

QUANDO PESCARE IN INVERNO?

A differenza dell’estate i periodi migliori per pescare in inverno sono sicuramente le ore più calde della giornata! A nostro avviso le ore migliori in cui pescare sono tra le 11 e le 15 e preferibilmente nelle giornate più soleggiate…! Un bel sole caldo è sempre piacevole e fa dimenticare anche una giornata di pesca poco proficua.

LE ESCHE DA UTILIZZARE PER PESCARE IN INVERNO

Sicuramente l’esca migliore da utilizzare in questo periodo è il classico bigattino. Queste larvette offrono proteine ai nostri pinnuti che non le disdegnano mai se gli capitano a tiro… anche i piccoli vermi non sono da sottovalutare (se volete maggiori informazioni su quest’esca potete cliccare su questo link). In questo articolo ci focalizzeremo sui classici bigattini! A differenza dell’estate, meglio scegliere quelli bianchi, non sappiamo la motivazione, ma nella nostra esperienza le soddisfazioni maggiori le abbiamo avute con questa tipologia di bigattino. Un’altra considerazione da non sottovalutare è puntare sulla precisione e non sulla quantità! In questo periodo, i nostri avversari non hanno bisogno di abbondanti dosi di pastura: ne basta poca, ma utilizzata nel punto giusto!

Modalità di pasturazione:

questa è un’altra considerazione da non sottovalutare! Come utilizzare i nostri bigattini per richiamare i pinnuti? Meglio incollarli, oppure fiondarli? Una bella domanda… difficile dare una risposta! Molto dipende dallo spot in cui gettiamo la nostra lenza. Tuttavia, se lo spot ce lo consente (se volete maggiori informazioni sulle varie tipologie di corrente presenti nei nostri fiumi e su come realizzare al meglio una montatura per la pesca alla passata potete cliccare su questo link) meglio fiondare i nostri bigattini, la calata delle larvette diventa un’attrazione irresistibile e sicuramente regala più abboccate. Spot con corrente lenta, anche se con buche profonde, si prestano molto bene a questo tipo di pasturazione!

pescare in inverno pescare in inverno

PICCOLI TRUCCHI CHE POSSONO FARE LA DIFFERENZA

Per regalarci qualche chances in più di ricevere un’abboccata, utilizziamo degli aromi da inserire nei nostri bigatti la sera prima di andare a pesca. Ottimi sono il curry, curcuma e il robin red, spezie reperibili in ogni supermercato. Si tratta di spezie molto forti e una volta in acqua vengono percepite dai pinnuti aumentando il loro potere attrattivo! Provare per credere!

E tanti auguri a tutti dal Team Guidadelpescatore!

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *