PESCARE IN ADDETTA: BELLA SFIDA!

PESCARE IN ADDETTA CI PROVI UNA VOLTA E SICURAMENTE CI RITORNI!

Pescare in Addetta è una tappa che non ci facciamo mancare nell’arco di una stagione, perché noi amiamo le sfide e questo colatore ci mette tutte le volte a dura prova!

PESCA IN ADDETTA SI’, MA PARLIAMO DI UN FIUME O DI UN COLATORE?

pescare in addetta

In effetti, è una domanda che ci siamo posti più di una volta. Tecnicamente ha la funzione di scaricatore del canale Muzza, ovvero l’acqua in eccesso viene scaricata generando il colatore Addetta. Tuttavia, guardando bene questo corso d’acqua non sembra proprio un colatore e nemmeno un canale, ma un piccolo fiumiciattolo che scorre attraversando diversi comuni della pianura milanese, prima di gettarsi nel fiume Lambro. Il suo percorso tortuoso offre un fondo irregolare che varia da 50 cm a 1,5 mt di profondità, con punti che superano decisamente i 3 mt! Completano il quadro delle sponde non sempre accessibili, degli ostacoli sommersi, della folta vegetazione… tutti elementi che rendono davvero ardua la pesca! Ma non facciamoci intimorire, qui sotto, nascosti tra la folta vegetazione è possibile scovare dei grossi pescioni molto molto combattivi! Se siete curiosi di scoprire maggiori informazioni su questo corso, abbiamo scovato un blog davvero interessante, ecco il link: http://colatoreaddetta.blogspot.it/2012/09/colatore-addetta.html

PESCARE IN ADDETTA SI’: MA DOVE?

Ci sono diversi punti dove poter pescare in Addetta. Uno dei posti più interessanti del suo corso rimane lo spot chiamato “il Bucone”. In questa zona la profondità supera decisamente i 3 mt e adesso con l’arrivo dell’inverno questo posto fa proprio al caso nostro! Infatti si sa, i pesci con la stagione fredda amano pinneggiare a grandi profondità e farsi cullare dalle lente correnti… perciò, perché non approfittarne?

   pescare in addetta pescare in addetta

COME RAGGIUNGERE L’ADDETTA?

Per chi proviene da Milano la strada è semplicissima! Basta prendere la tangenziale est (in direzione san Donato Milanese) ed imboccare l’uscita n.3 per Paullo. A questo punto, seguite la strada provinciale paullese fino a raggiungere l’Esselunga di Pantigliate e prendete l’uscita per Melegnano, Settala, Melzo. Alla rotonda girate a destra per Tribiano e Melegnano e seguite la strada fino alla rotonda. Successivamente imboccate la terza uscita per il centro di Paullo. Seguite la strada fino alla rotonda e imboccate Via Buonarroti. Oppure, più semplicemente impostare il navigatore su via Buonarroti, Paullo.

PESCARE IN ADDETTA SI, MA DOVE PARCHEGGIARE?

Come sempre, cerchiamo di dare una risposta a questa domanda indicando in azzurro le zone dove poter parcheggiare l’auto.

PESCARE IN ADDETTA

REGOLAMENTO VIGENTE PER PESCARE IN ADDETTA

Queste acque sono regolamentate dal Bacino del fiume Lambro-Olona , pertanto, vi rimandiamo al link per maggiori informazioni in merito. Per pescare in questo corso d’acqua occorre la Licenza di pesca e la tessera FIPSAS.

PESCARE IN ADDETTA MA QUALI PESCI SONO PRESENTI?

Questo corso d’acqua nasce dalla Muzza perciò ci sono le stesse specie ittiche presenti nel canale, parliamo di Barbi europei, Cavedani extra large, Siluri, Carpe molto combattive, Scardole, Triotti, Alborelle, Gobioni qualche Pigo, Vairone e Rodeo Amaro. Ovviamente le nostre prede più ambite sono gli intramontabili cavedani che pinneggiano in questo corso d’acqua e i bellissimi barbi europei presenti. Le carpe purtroppo non è facile prenderle con esili terminali. L’Addetta offre sempre mille tane e questi ciprinidi, una volta allamati, vi si dirigono prontamente! Se volete puntare alle regine, vi consigliamo di andare attrezzati!!

pescare in addetta pescare in addetta pescare in addetta pescare in addetta

LIVELLO DELL’ADDETTA

Questo corso d’acqua è regolato da uno sbarramento e la portata del colatore è stagionale:

  1. Da ottobre a febbraio il livello si mantiene basso (salvo piene eccezionali). Il corso d’acqua assume andamento lento e costante;
  2. Nei mesi primaverili ed estivi la portata accresce e l’Addetta si trasforma, aumentando considerevolmente la corrente.

Insomma, due pesche completamente diverse!

COME PESCARE IN ADDETTA?

In questo particolare punto, si crea un interessante giro d’acqua con una buona profondità che supera i 3mt. Nei mesi freddi il livello del corso d’acqua è basso e di conseguenza anche le correnti diminuiscono di intensità. Bisogna creare delle montature leggere e molto sensibili, perché le abboccate non sempre sono decise. Di seguito, abbiamo indicato i vari punti in cui lanciare la lenza con il livello dell’Addetta basso.

pescare in addetta

Ovviamente per raggiungere i punti 3-4-5 occorrerà munirsi di stivali termici per attraversare il corso d’acqua!

QUALE ATTREZZATURA UTILIZZARE PER PESCARE IN ADDETTA?

È possibile pescare con una canna da 7 o 5 metri rigorosamente con galleggiante. Sconsigliamo la pesca a fondo, poiché lo spot è ricco di ostacoli e le rotture sono frequenti. Come abbiamo accennato poco fa, optiamo per una montatura leggera con galleggiantino a goccia da 0,50 gr piccolo bulk distanziato 35 cm da una piccola girella. L’amo del n. 20 è legato ad un terminale dello 0,09/0,10 lungo 40 cm, oppure ,uno 0,12 fluorocarbon a seconda dell’appetito dei nostri avversari.

QUALE ESCA UTILIZZARE PER PESCARE IN ADDETTA?

In questo periodo, raccomandiamo i classici 500 gr di bigattini. Vista la poca corrente ed il bellissimo giro d’acqua non serve l’incollaggio, ma basta fiondarli sul nostro segnalatore. La discesa delle nostre larve è irresistibile per grossi cavedani presenti.

PER CONCLUDERE

Pescare in Addetta non è appagante come pescare su un torrente di montagna, ma la difficoltà dello spot e la combattività dei suoi pesci lo rendono intrigante!

RIASSUNTO SPOT

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *