MACROPINNA MICROSTOMA

MACROPINNA MICROSTOMA: MINI-ASTRONAVE DEI NOSTRI MARI! I

MACROPINNA MICROSTOMA: IL PESCE CON LA TESTA TRASPARENTE

Cari Amici pescatori,

questa settimana abbiamo scovato per voi un esemplare davvero bizzarro… una specie davvero assurda che siamo sicuri attirerà la vostra attenzione e curiosità… un pesce che sembra una navicella spaziale, una capsula spaziale con vetro panoramico per poter osservare le stelle o osservare… i pesci!

Avete mai sentito parlare del pesce Macropinna Microstoma? Scopriamo insieme le sue caratteristiche! Mettetevi comodi e date una bella lettura all’articoletto che abbiamo scritto per voi!

MACROPINNA MICROSTOMA: DOVE VIVE

Ama pinneggiare nelle acque più profonde, nascoste ed oscure dell’Oceano Pacifico. È possibile scovarlo nei mari più gelidi della California e del Giappone. Generalmente si aggira tra i 600 e 1.000 metri di profondità.  

Ama addentrarsi in luoghi freddi dove la luminosità scarseggia o è addirittura assente. Luoghi in cui l’ecosistema è sottoposto a delle pressioni altissime e in cui gli animali vivono in carenza di cibo e al freddo.

Ma come fa a sopravvivere in queste condizioni?

Semplicemente adattandosi all’ambiente circostante! Per sopravvivere in queste situazioni estreme, alcune specie hanno sviluppato per esempio i fotosfori come il calamaro vampiro, dei denti acuminati come la lampreda, delle bocche enormi come lo squalo goblin!

Millennio dopo millennio, tentativo dopo tentativo, subendo di tutto dall’impietosa lotta alla sopravvivenza alla selezione naturale, queste specie sono riuscite a sopravvivere. A volte si sono trasformate talmente tanto da apparire ai nostri occhi come degli esseri misteriosi, dei mostri orridi che invadono le nostre acque.

E IL MACROPINNA? In queste condizioni, quali cambiamenti ha sviluppato per difendersi dai predatori e per cacciare le proprie prede?

MACROPINNA MICROSTOMA: LA TESTA TRASPARENTE

Avete visto la foto qui sotto? Suscita meraviglia ed inquietudine nello stesso tempo. Sembra un bussolotto scuro, ma ripieno di fiorellini che si aggira nell’oscurità. Vedete quei due piccoli fori luminosi davanti? Sembrano due occhietti tristi e un po’ malinconici… ma non fatevi ingannare! Sono dei recettori dell’olfatto… insomma due specie di narici!

Avete notato quelle due pallottole verdi smeraldo inserite nella testa? Sembrano delle guava thailandesi! A prima vista sembra avere in testa il Pianeta Terra… o una specie di orticello botanico. E invece no! Quelle due palle verdi brillanti sono due occhi enormi e supersensibili immersi nel fluido organico della sua testa, uno scudo protettivo alla Aliens!

MACROPINNA MICROSTOMA: GLI OCCHI

Sapete qual è la caratteristica davvero pazzesca di questi occhi? Possono ruotare! Si muovono all’interno della calotta trasparente, sono in grado di adattarsi ad ogni movimento e permettono di avere una visuale ad ampio raggio. Inoltre, riescono a captare la fievole luce che raggiunge quelle zone profonde del mare, permettendogli di vedere nell’oscurità.

Davvero un pescetto strano e buffo, dalle caratteristche bizzarre! Ogni volta rimaniamo affascinati da come la natura sia riuscita a creare esseri così particolari con peculiarità che gli permettono di adattarsi e sopravvivere nei posti più angusti del nostro pianeta!

 

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Sebastian ha detto:

    Che interessante lotta per la sopravvivenza!!

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *